Stella al Merito Sportivo

La Stella al Merito Sportivo è un'onorificenza conferita dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano. L'onorificenza venne istituita il 20 dicembre 1933 per premiare "i presidenti di federazioni sportive che più si siano distinte, durante un biennio, in affermazioni di carattere internazionale". In seguito venne concessa per premiare atleti, tecnici, dirigenti e società che si fossero particolarmente distinti nel dare lustro allo sport italiano.

Il 2 Agosto 2008 Francesco Verduci ha ricevuto questa onorificenza. Di seguito il contenuto della lettera ufficiale. Il documento originale si può consultare qui.

Consegnare la Stella al Merito Sportivo che il Coni riconosce solo ed esclusivamente ai suoi Dirigenti migliori, è sempre un momento di gioia, un giorno di festa perché vengono attestati i meriti di chi si è dedicato agli altri con spirito di servizio e con il senso del più nobile volontariato.

Oggi, nel consegnare la Stella al Merito Sportivo a Francesco Verduci un velo di tristezza e malinconia ci assale, perché Ciccio, purtroppo, non è più tra noi. Sarebbe stato bello per Lui ricevere questo premio nell'imminenza del Suo 56° Compleanno, per aver dedicato la Sua vita alla Famiglia, al Lavoro e allo Sport, prima come atleta e successivamente da Dirigente.

Un Dirigente, un vero uomo di Sport, preparato, umile, leale e onesto che ha sempre trasmesso ai giovani la sua esperienza sportiva ma anche quei valori morali di educazione, di etica e quella cultura del rispetto verso gli altri che insegna ad esultare per la vittoria ed a stringere la mano all'avversario nella sconfitta.

Francesco Verduci è stato magnifico rappresentante di tutti questi valori che certamente hanno permesso a tanti ragazzi di fortificare il corpo ma anche, e forse soprattutto, di diventare adulti di sani principi e con la determinazione di non arrendersi mai, qualità che solo lo Sport può insegnare.

Quanto sopra detto è uno dei tanti motivi per cui io e tutto il Mondo dello Sport Calabrese, che ho l'onore di rappresentare, assieme al Presidente del Coni Petrucci, consegniamo, alla Famiglia Verduci, la Stella al Merito Sportivo di Francesco, certi che tutti Loro saranno sempre orgogliosi del Suo altruismo e della Sua correttezza.

Alla Signora Verduci ai Figli, al Fratello Gianni ed a Ignazio Vita, Presidente della Fidal Regionale, che mi hanno dato l'onore di invitarmi a questa manifestazione, va il più sentito ringraziamento con tanta Stima ed Amicizia.

Motta San Giovanni, 02 Agosto 2008

Dott. Mimmo Praticò

Premio GGG Francesco Verduci

Nel 2010 in occasione della IIIª Edizione del Trofeo "Francesco Verduci" il Comitato organizzatore della manifestazione, il Comitato Regionale della FIDAL ed il GGG Calabria, hanno voluto istituire il Premio GGG "Francesco Verduci", un riconoscimento che ogni anno viene assegnato ad un giudice di gara calabrese che nel corso della propria attività ha dimostrato qualità tecniche e morali ineccepibili e che ha contribuito allo sviluppo dell'atletica leggera calabrese e nazionale.

Nell'edizione del 2010 il premio è stato assegnato a Carmelo Ambrogio, ideatore insieme a Francesco dell'Americana. Nel 2011 al giudice di gara Giulio Greve e nel 2012 a Stefania Manto. Nel 2013 il premio è stato attribuito a Paolo Gullì, allievo del Gruppo Sportivo Mottese. Nel 2014 il premio è andato a Davide Pignata, l'anno seguente a Giovanni Manto, nel 2016 a Nuccia Fallanca e nel corso dell'ultima edizione è stato assegnato a Luciana Cuzzocrea.

2010 - Carmelo Ambrogio
2011 - Giulio Greve
2012 - Stefania Manto (premio ritirato dal padre Giovanni Manto)
2013 - Paolo Gullì
2014 - Davide Pignata
2015 - Giovanni Manto
2016 - Nuccia Fallanca
2010 - Premio speciale a Roberta Cogliandro
2012 - I cugini Verduci consegnano una targa in ricordo di Francesco nel giorno in cui avrebbe compiuto sessanta anni
2012 - Premio speciale a Roberta Cogliandro
2011 - Premio speciale a Roberta Cogliandro
2012 - Premio speciale a Cristian Artuso
Premio alla memoria di Paolo Mallamaci
2017 - Luciana Cuzzocrea
2017 – Premio alla memoria di Bruno Ambusto

© Copyright Trofeo "Francesco Verduci" - Sito web realizzato da Alexandra Haret